Ultime notizie

Cinque per (quasi) mille con il Progetto Pozzi Ciad

Il nuovo pozzo a Barka-Barka II

Cinque per (quasi) mille anche in Ciad

Procede al meglio la campagna di scavi 2017 del Progetto Pozzi Ciad: sono finora cinque gli interventi "targati" Cesvitem in altrettanti villaggi, per un totale di 993 beneficiari. In tutto sono stati finora realizzati 19 pozzi, ennesimo successo di un progetto che migliora anno dopo anno.

Cinque per mille. Non solo sulla denuncia dei redditi. Ma anche a Fianga. Sono infatti cinque i pozzi targati Cesvitem finora realizzati nella campagna di scavi 2017 del Progetto Pozzi Ciad. E quasi mille sono i beneficiari complessivi, mille persone che da oggi hanno finalmente accesso all’acqua potabile. Un risultato straordinario, che assume un valore ancora più grande se inquadrato nei risultati generali raggiunti in questi mesi di lavoro anche con l’aiuto di altri sostenitori. “Grazie alla trivellazione manuale - racconta da Fianga don Stefano Bressan, il coordinatore dell’iniziativa - siamo riusciti a realizzare ben 19 pozzi. Ora ci stiamo concentrando sui pozzi con la trivellazione meccanica, per dare finalmente una risposta alle comunità che vivono in aree dove il sottosuolo roccioso non permettere un intervento manuale”.

L’equipe degli operai del progetto ha ormai raggiunto livelli di efficienza e organizzazione davvero ottimi. “Come ovvio, anche quest’anno abbiamo incontrato delle difficoltà e dei problemi tecnici, ma l’esperienza accumulata in questi anni permette di superare tutto. Siamo davvero felici, le aspettative delle comunità locali sono molte e riuscire a dare una risposta positiva è una grande soddisfazione”.

I cinque pozzi finanziati dai sostenitori del Cesvitem sono stati realizzati nei villaggi di Kaourang Virih (251 beneficiari), Barka-Barka II (202), Forkoumaye (142), Zeblé Yamlokka (192) e Arkouna (152). In tutto 939 beneficiari, che nei prossimi mesi sfonderanno velocemente il tetto delle mille unità: come sempre, infatti, i villaggi dotati di un pozzo sono meta privilegiata delle migrazioni interne, attirando nuovi abitanti dalle località sprovviste di acqua potabile. In tutto, dal 2014 ad oggi, i pozzi finanziati dal Cesvitem salgono a 27, per un totale di 9.403 beneficiari. Un grazie particolare va alle famiglie Roncato, Favaron e Mauro, che hanno generosamente sostenuto il progetto intitolando un pozzo alla memoria dei propri cari, e all’Istituto comprensivo Mirano 2, che con le donazioni raccolte in occasione del concerto di fine anno scolastico, ha portato l’acqua agli abitanti del villaggio di Barka-Barka II.

La campagna di scavi proseguirà fino a fine giugno, quando l'inizio della stagione delle piogge. C'è ancora qualche settimana, dunque, per sostenere la realizzazione di altri pozzi e per portare acqua a centinaia di famiglie. Clicca su“Sostieni questo progetto” nel box Approfondimenti e scopri tutte le modalità per effettuare la tua donazione.

Notizia del 10/05/2017


Ultime notizie